Evento

L’evento intende offrire uno spazio di dibattito e confronto sul tema delle neuroscienze applicate alla didattica e, più in generale, all’educazione in contesti evolutivi e di long-life learning. Negli ultimi anni un numero sempre più ampio di ricerche interdisciplinari di tipo teorico ed empirico ha evidenziato come le neuroscienze possano supportare lo sviluppo di nuovi approcci e metodologie, in funzione dei bisogni emergenti e dei contesti complessi che gli operatori del settore si trovano a gestire. Lo scopo è quello di riflettere sul contributo delle neuroscienze in ambito didattico-pedagogico, analizzandone lo stato dell’arte e le prospettive di sviluppo. Le evidenze empiriche ci dicono che le neuroscienze possono avere un ruolo importante e fornire informazioni utili a rileggere la didattica e i processi di apprendimento in età evolutiva, così come dare un valido contributo nella costruzione di progetti volti al benessere delle persone sia in ambito organizzativo sia in ambito ricreativo e culturale. Questo rende necessaria una riflessione scientifica sull’utilizzo pratico di quanto acquisito empiricamente, nel rispetto delle individualità e dei modelli oggi applicati. I temi del dibattito verteranno sull’opportunità che le neuroscienze ci offrono di rileggere i processi formativi e riabilitativi in contesti di diversità e devianza, nonché sull’embodiement e sulla stretta interrelazione tra corpo, mente e processi di conoscenza e apprendimento. Un’ulteriore riflessione sarà legata alle nuove tecnologie, oggi parte integrante della quotidianità sociale, che rappresentano un settore di interscambio culturale per le applicazioni in ambito psicologico e pedagogico. Il convegno sarà articolato in sessioni parallele e gruppi di lavoro nei quali verrà focalizzata l’attenzione su aree tematiche, distinte per applicazione delle neuroscienze educative a:
1. Scuola, Università e Long-Life Learning
2. Benessere psicofisico, educazione motoria e sportiva ed embodiement
3. Diversità, inclusione, marginalità e devianza
4. Tecnologie digitali e robotica
5. Contesti sociali, culturali e ricreativi.
Gli atti del convegno saranno pubblicati in un volume edito dalle Edizioni Universitarie Romane. Inoltre, i contributi, che avranno superato il processo di peer review, faranno parte di un numero speciale del Italian Journal of Health Education, Sports and Inclusive Didactics.